Zecca del piccione

Cos'è la zecca del piccione?

La zecca del piccione, nota anche come Argas Reflexus, è un parassita tipico degli ambienti urbani dove la presenza di piccioni è massiccia. Infatti, questi fastidiosi infestanti oltre che recare danni estetici ad edifici, monumenti, balconi e molto, molto altro, spesso sono veicolo di problemi di carattere igienico-sanitario nonché portatori di svariati agenti patogeni e parassiti infatti un esempio è la zecca del piccione.

Questo parassita si presenta schiacciato, bordi striati, assente sia di scudo dorsale sia di occhi. Quanto la zecca del piccione rimane senza ospite per lungo tempo, oppure vi è un numero elevato di parassiti questo comincia ad invadere le abitazioni e gli attacchi all’uomo sono diventati sempre più frequenti, il che è un forte campanello d’allarme per la salute umana. 

Viene attirata verso l’uomo per l’anidride carbonica emessa che percepisce attraverso specifici ricettori. La ricerca dell’ospite è anche influenzata da altri fattori quali: la temperatura, i periodi di nidificazione dei piccioni e dal comportamento dell’uomo stesso.

Le zecche del piccione sono pericolose?

La capacità della zecca del piccione di riuscire a penetrare in ambienti ristretti, oltre al suo alto grado di sopravvivenza (può rimanere fino a sette anni a digiuno) rende il controllo di questo infestante estremamente complesso. Inoltre questo, è un parassita notturno infatti di giorno tende ad allontanarsi dalla luce andando a rifugiarsi ad esempio dietro a specchi, in piccole fessure murarie, dietro a quadri o ad esempio sotto cuscini.

Infine le punture e i morsi di zecca di piccione possono dare origine a patologie cutanee e indurre reazioni anafilattiche per la presenza di tossine e allergeni nella loro saliva. La puntura può provocare lesioni e rushes cutanei urticanti, con manifestazioni muco-cutanee, respiratorie, gastrointestinali e cardiocircolatorie fino allo shock anafilattico.

Come fare per debellarle?

Avere a che fare con questo infestante è davvero fastidioso! Per eliminare il problema definitivamente consigliamo sempre l’intervento da parte di personale esperto e qualificato, solo in questo modo siamo certi della perfetta riuscita dell’intervento.

Molto spesso accade che nel fulcro dell’infestazione siano presenti nidi ed escrementi, anch’essi portatori di gravi problemi di carattere igienico sanitario. Per questo al termine dell’intervento è sempre consigliabile una rimozione meccanica del guano con bonifica e sanificazione battericida delle zone insalubri eliminando il fulcro dal quale potrebbero svilupparsi agenti patogeni e parassiti. 

Le misure di prevenzione alla lotta contro la zecca del piccione si concretizzano nel controllo delle popolazioni di piccioni attraverso i sistemi di dissuasione e allontanamento volatili più efficaci (per sapere di cosa si tratta clicca qui), rappresentati dall’uso di dissuasori meccanici (dissuasori a spillo, filo ballerino), dissuasori elettrostatici e reti anti-intrusione. Per saperne di più clicca qui.

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.